giovedì 19 ottobre 2017

mercoledì 18 ottobre 2017

NUTRIDENTIFRICIO ALCALINO






























Parola di cliente soddisfatto:
Da qualche mese abbiamo scelto Blancodent in famiglia

Mia figlia si è presa l'ultima busta che tenevo di scorta senza avvisarmi per portarsela a casa sua ed io un giorno sono rimasto senza !!!!


Ho usato il vecchio dentifricio che avevo riposto in un cassetto e non vi descrivo la sensazione di vomito che mi ha provocato appena l'ho messo in bocca !!!!!

Da quel giorno mai più senza scorta Blancodent !!!

Provare per credere.

martedì 3 ottobre 2017

Con Blancodent guadagni l’8% su tutte le vendite

Con Blancodent guadagni l’8% su tutte le vendite

Che genererai sotto di te fino 50.000 persone o più.

L’iscrizione a Blancodent costa 29 euro ogni due mesi.

Ricevi 3 Kit che venderai a 54 euro, quindi tutti i bimestri

hai già recuperato il costo e guadagnato.

Ma la cosa potente è questa, se ad ognuna delle persone gli dici

Di fare la stessa cosa saranno sempre sotto di te e ti faranno guadagnare, ESEMPIO:

Tu lo hai fatto fare a 10 persone, queste 10 ad altre 10 e diventano 100

queste 100 ad altre 10 e diventano 1000 e così via 1000 x 10 diventano 10.000

e puoi arrivare così come vedi nel piano allegato fino a 100.000 persone.

Ora senza essere neanche troppo ottimisti di pensare alle 100.000 persone,

Consideriamo solo 5000 persone che x 29 euro sono 145.000 di entrate che all’8%

Diventano un guadagno per te di 11.600 euro ogni 2 mesi. MICA MALE VERO.

Inoltre siccome la regola per prendere le commsssioni è essere attivi con i 29 euro

Bimestrali nessuno se ne andrà e tutti guadagneranno a vita.

Quindi ti aspettiamo per alcuni esperti il network con Blancodent non è mai stato così

Facile e forte, anche perché l’unica cosa che ti chiediamo di iscrivere le prime 6 persone,

dopodicè guadagnerai su tutto fino alla sesta linea e fino a 100.000 persone sotto di te ed oltre.

Forza ti aspettiamo

Riteniamo che solo persone libere non oppresse economicamente

Possono creare un mondo libero, il dolore e la miseria del

Mondo è la somma di tutto il dolore della miseria individuale.

Aiutaci a fa star bene la gente.

Diventa incaricato Blancodent iscriviti nel mio Team

http://www.blancodent.net/ivanovagnotti

il piano guadagni BLANCODENT PDF
https://www.mediafire.com/file/3q55a8h216s2icv/PIANO%20GUADAGNI%20ULTRAVINCENTE%20%281%29.pdf

contatti 
FB Ivano Antar Vagnotti
email ernestivo@gmail.com
tel 328 8056065

lunedì 1 maggio 2017

BLANCODENT ISCRIVITI COME INCARICATO




Diventa incaricato Blancodent iscriviti nel mio Team

http://www.blancodent.net/ivanovagnotti

contatti 
FB Ivano Antar Vagnotti
email ernestivo@gmail.com
tel 328 8056065


venerdì 28 aprile 2017

Il fluoro inserito ufficialmente nell’elenco delle sostanze neurotossiche

Disabilità dello sviluppo neurologico, tra cui l’autismo, disturbo da deficit di attenzione, iperattività, dislessia e altri disturbi cognitivi, colpiscono milioni di bambini in tutto il mondo. In alcuni casi si parla addirittura di un aumento dei casi.


Le sostanze chimiche che danneggiano il cervello in via di sviluppo sono tra le cause più note di questo aumento di disturbi cognitivi. Pensiamo ad esempio al piombo, o al mercurio.

Nel 2006, a seguito di una revisione sistematica, gli scienziati sono riusciti a individuare cinque sostanze chimiche industriali a cui sono state riconosciute proprietà neurotossiche durante il periodo dello sviluppo dei bambini: il piombo, il metilmercurio, bifenili policlorurati, arsenico, e toluene.

Dal 2006 in poi, questo elenco è aumentato, aggiungendo alla lista sostanze non soltanto non considerate nocive, ma addirittura prescritte per la prevenzione di altri disturbi.

Ad affermarlo un team di esperti che ha condotto uno studio di revisione, pubblicato sulla rivista The Lancet Neurology nel marzo 2014. Lo studio è il risultato della collaborazione tra l’Università della Danimarca meridionale, Harvard School of Public Health e Icahn School of Medicine presso il Monte Sinai.

Dal 2006, gli studi epidemiologici hanno documentato altre sei sostanze neurotossiche pericolose per il cervello nel periodo dello sviluppo: manganese, fluoro, clorpirifos, diclorodifeniltricloroetano, tetracloroetilene, e gli eteri di difenile polibromurati.

Come si può notare, con quest’ultimo studio, anche il fluoro è finalmente stato inserito in maniera riconosciuta tra le sostanze neurotossiche, pericolose per la salute umana.

Nel corso del tempo, in realtà, si sono susseguiti diversi studi che hanno palesato il sospetto di pericolosità di questa sostanza. Nel nostro blog, ne abbiamo parlato diverse volte.

Abbiamo visto, ad esempio, come inizialmente si pensasse che un supplemento di questa sostanza aiutasse a prevenire la carie. Come ad esempio si sia sperimentata addirittura la fluorizzazione dell’acqua, cioè l’aggiunta di composti del fluoro all’acqua, senza effettivi benefici.

Anche se in effetti le persone ingeriscono solo dosi relativamente piccole di questa sostanza, il fluoro si accumula nel corpo e si accumula negli anni. Con degli effetti che sono tutt’altro che benefici.

Uno studio condotto in Cina, ad opera di alcuni ricercatori del Department of Pathology della Nanjing University School of Medicine, avrebbe accertato ad esempio lo sviluppo di un quoziente intellettivo più basso, nei bambini che abitavano in zone maggiormente esposte a fonti di fluoruro.

Sono molti i Paesi che stanno rimuovendo il fluoro dall’acqua potabile. In Europa la pratica della fluorizzazione, ad esempio, è cessata nel 97% dei Paesi che ne fanno parte. Questa ricerca rafforza la loro decisione.



Secondo gli autori dello studio, è impensabile che prodotti chimici non testati siano considerati a prescindere sicuri per la salute umana. Uno degli autori, il dottor Philippe Grandjean, chiede ad esempio il miglioramento degli standard di regolamentazione per i prodotti chimici comuni.

Secondo gli esperti, infatti, ci sono ancora altre sostanze neurotossiche che possono essere scoperte e per controllare la pandemia di neurotossicità per lo sviluppo, è indispensabile che si intervenga a livello internazionale.

Qui sotto un link dove puoi acquistare i prodotti Blancodent oppure diventare incaricato alle vendite
diffondendo cosi'  un modo sano per la pulizia di denti e gengive e per la salute di tutto il corpo in generale

iscriviti come incaricato
http://www.blancodent.net/ivanovagnotti



contatti 
FB Ivano Antar Vagnotti
email ernestivo@gmail.com
tel 328 8056065



venerdì 16 dicembre 2016

STOP TRICLOSAN





Il triclosan è un agente antibatterico che si trova in quasi tutti i dentifrici, saponi, creme, collutori. Numerosi studi ne hanno mostrato la tossicità e la FDA americana l’ha finalmente messo al bando nei saponi

E’ ormai in quasi tutti i prodotti cosmetici e per l’igiene ed è stato scoperto che il 75% delle persone hanno triclosan nel corpo (come ogni tossina non esce facilmente). [1] E’ stato infatti trovato nel feto [2], nel cordone ombelicale [3] e nel latte materno [4] mostrando quindi che l’esposizione a questo composto inizia fin dalla nascita.

I danni del Triclosan

Distrugge gli ormoni. Il triclosan danneggia gli ormoni tiroidei e il testosterone nei ratti maschio mentre nei ratti femmina altera gli estrogeni e sopprime gli ormoni tiroidei. [5] [6]

Crea batteri resistenti agli antibiotici. Uno studio ha mostrato come il triclosan contribuisce a creare super-batteri resistenti agli antibiotici, rendendo quindi le infezioni e le influenze molto più gravi e pericolose e soprattutto annullando l’effetto degli antibiotici. [7]


Danneggia fegato e reni. Uno studio del 2007 ha fatto venire alla luce un altro pericolo che deriva dal contatto di saponi e dentifrici al tricolosan con acqua di rubinetto, che è addizionata con cloro. Le molecole di cloro reagiscono col triclosan producendo cloroformio, sostanza molto tossica per il fegato, i reni e il sistema nervoso centrale.

Danneggia la flora batterica. Nella nostra società c’è l’ossessione della disinfezione e dei batteri ma in realtà è stato dimostrato che proteggersi costantemente dai batteri non fa che indebolire il sistema immunitario e danneggia la flora batterica delle mucose. La flora batterica è responsabile per la produzione di molte vitamine, stimola il rilascio di ormoni e molto altro.


Favorisce il cancro. E’ stato dimostrato che il triclosan favorisce il cancro al fegato. [8] Il fegato è infatti l’organo che filtra tutte le tossine che ingeriamo e quindi ne subisce per primo gli effetti. Un fegato intossicato crea pesanti problemi digestivi e metabolici e col tempo gravi malattie.
Il Triclosan si accumula

Il problema con tutte le tossine inventate dalla moderna industria chimica che troviamo nei prodotti che entrano a contatto con la pelle e che ingeriamo, è che si accumulano e quindi anche se la dose di oggi è piccolissima, se ci esponiamo tutti i giorni per anni gli effetti non tardano a farsi sentire. Non sorprendiamoci che come ha detto Veronesi presto una persona su due si ammalerà di cancro.

La messa al bando della FDA

Sotto accusa da anni per la sua pericolosità, finalmente il triclosan è stato messo al bando negli Stati Uniti. Qualche giorno fa la FDA (“Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali”) ha vietato l’uso del triclosan e di altri 18 principi attivi antibatterici, ancora oggi molto usati in saponi, detergenti e altri cosmetici per l’igiene della persona. (dionidream)

vedi articolo; i danni del dentifricio in pasta
http://blancodentiv.blogspot.it/2016/11/i-dentifrici-di-uso-comune-sono-dannosi.html

diventa incaricato Blacodent
http://www.blancodent.net/ivanovagnotti